La cittadina jonica è Bandiera Blu anche per il 2017. Anche quest’anno, infatti, Trebisacce si fregerà del prestigioso riconoscimento assegnato dalla Fee-Italia, la fondazione per l’educazione ambientale che incoraggia le buone pratiche ambientali attraverso molteplici attività di educazione, di formazione e di informazione per l’eco-sostenibilità e attribuisce la Bandiera Blu alle località balneari e lacustri che presentano determinati requisiti di eco-compatibilità.

Ne ha dato notizia, con giustificata soddisfazione, il delegato comunale all’Ambiente Gianpaolo Schiumerini il quale ha rivelato che lunedì 8 maggio, nella Capitale, presso la sede del CNR (centro nazionale di ricerca), ci sarà la consegna ufficiale della Bandiera Blu alle autorità locali. E’ quindi per il quarto anno consecutivo, davvero un primato questo, che la Fee-Italia consentirà alla cittadina jonica di affiancare il proprio nome alle località turistiche più rinomate d’Italia premiate per le buone pratiche ambientali, tra cui un’alta percentuale di raccolta differenziata. Ma il marchio della “Bandiera Blu” è anche garanzia di qualità delle acque della balneazione, qualità delle spiagge, servizi e misure di sicurezza ed educazione ambientale nelle scuole. Alle quattro località calabresi che hanno confermato la Bandiera Blu del 2016 (Roccella Jonica (RC), Cirò Marina e Melissa (KR) e Trebisacce, tutte sullo Jonio, quest’anno si è aggiunta Praia a Mare che è l’unica località di mare di tutto il Tirreno calabrese.

Pino La Rocca